Il Cloudworker, tra crowdsourcing, prosumer e resilienza

Il cosiddetto lavoratore nuvola, il Cloudworker, utilizza la tecnologia del cloud computing e strumenti di collaborazione in ottica di crowdsourcing e può lavorare con ampi margini di libertà  da ogni luogo e in qualsiasi momento.

Il Cloudworker utilizza, inoltre, la libertà che ne risulta per seguire una carriera e uno stile di vita tagliati su misura sulle proprie esigenze come un prosumer, cioè persona consumatore e produttore digitale nell’attuale stadio evolutivo del web 2.0.

Da questa prospettiva emergono nuove professionalità ed inevitabili mutazioni delle professioni attuali e il fatto che l’auto-adattamento ai nuovi bisogni del lavoro contribuisce a produrre sicuri fattori di resilienza.

.

p.s.

Suggerisco un video sulla rivoluzione dei media

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...