Con FABBRICA ITALIA la FIAT torna a casa?

Se la Bialetti chiude in Italia, la FIAT avvia una politica industriale che sembra in controtendenza con la delocalizzazione.

E se se rimane ancora aperto il problema di Termini Imerese, l’orientamento della campagna FABBRICA ITALIA mira a “costruire più veicoli FIAT in Italia e portare più Italia nel mondo”.

FIAT afferma che nel periodo 2010-2014 la “produzione di auto e veicoli commerciali in Italia passerà da 800 mila a 1 milione e 650 mila unità all’anno” e che “il Gruppo impegnerà quasi il 70% degli investimenti mondiali negli stabilimenti italiani.”.

Con il piano industriale quinquennale presentato nei giorni scorsi, la FIAT prevede che la quota di veicoli prodotti in Italia e destinati ai mercati esteri salga dal 44% al 65%.

Va comunque considerato che il gruppo (con i marchi FIAT, Alfa Romeo, Lancia, Ferrari, FIAT professional, Abarth e Maserati) è presente in 50 paesi con rapporti commerciali in oltre 190 paesi.

Ecco la pagina della campagna FABBRICA ITALIA curata dalla Leo Burnett:

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...