Facebook, Partecipazione, Sistemi gestionali, Social Network, Statistiche, Web 2.0

Record per ilMeteo.it che supera Repubblica.it e Corriere.it… si trasformerà in social meteo 2.0?

Il portale italiano di informazioni ilMeteo.it ieri ha registrato 1.717.414 utenti e diventa il sito di informazione più visto in Italia

Superati sia Repubblica.it con 1.678.729 contatti e il Corriere.it, poco più sotto con 1.528.030 clic. E’ la prima volta che un sito di informazione specifica batte i siti d’informazione generalisti

E se il portale meteo più cliccato in Italia facesse un pensierino in ottica 2.0? Le basi ci sono tutte visto che il forum Meteo.it conta oltre 100.000 discussioni, più di 2.200.000 messaggi, una chat e possibilità di caricare video e foto.

Ma ilMeteo.it è presente anche in facebook con un gruppo di 4.572 iscritti (la Repubblica facebook ne ha 156.629, il Corriere della Sera facebook 22.825).

ilMeteo.it è gestito da ILMETEO SRL, società costituita a fine 2000 dall’attuale Amministratore Antonio Sanò. Fornisce servizi a siti web, giornali, radio e TV  e tra i principali clienti ci sono AUTOSTRADE per l’ITALIA, TRENITALIA, RAIUNO-Linea Verde e UnoMattina e PAGINE GIALLE quale fornitore ufficiale. Conta oggi più di 20 persone tra dirigenti,collaboratori, esperti in meteorologia, nautica, agro-meteorologia, Fisica, Chimica, Ingegneria con collaborazioni scientifiche internazionali. ilMeteo.it utilizza ETA model, un modello matematico inventato dal prof. Mesinger dell’Università di Belgrado.

Domotica, Etica, Eventi, Industria, Innovazione, Nanotecnologie, Nordest, Ricerca, Università di Padova

WORKSHOP/“Nanotecnologie, regole e responsabilità. Esperienze e interrogativi dai luoghi dell’innovazione” > 1 e 2 dicembre 2009 a Rovigo

Si terrà a Rovigo l’1 e il 2 dicembre 2009, presso il CUR – Consorzio Università Rovigo in Viale Porta Adige n. 45 il workshop “Nanotecnologie, regole e responsabilità. Esperienze e interrogativi dai luoghi dell’innovazione”.

L’evento è organizzato da CIGA – Centro interdipartimentale di ricerca e servizi per le decisioni giuridico – ambientali e la certificazione etica d’impresa – dell’Università degli Studi di Padova che.

Il workshop intende approfondire i diversi aspetti giuridici, etici e sociali che la regolamentazione delle nanotecnologie pone. Il workshop verrà aperto da un intervento del Prof. Renato Bozio (Università di Padova) dal titolo Quali responsabilità per lo sviluppo delle nanotecnologie che offrirà il punto di vista dello scienziato sulla questione della regolamentazione delle nanotecnologie che ormai investe un campo vastissimo di settori e attività, da quello manifatturiero e del tessile, a quello della medicina e della biotecnologia, da quello della cosmetica, a quello della conservazione degli alimenti, dall’ingegneria alla scienza dei materiali alla domotica, dalla elettronica alla computeristica alla produzione di pannelli fotovoltaici, dall’industria aerospaziale all’industria automobilistica, alla chimica ecc.

Confermare partecipazione via mail a info@ecsin.eu o telefonando al n. 0425 377 511.

DOWNLOAD ABSTRACT: Workshop ECSIN Nanotecnologie regole e responsabilità 1 e 2 dicembre 2009 abstract

Centro ECSIN

European Center for the Sustainable Impact of  Nanotechnology

Viale Porta Adige, 45

45100 Rovigo

Tel. +39 0425 377 511 – 377 501

Fax. +39 0425 377 555

fonte: Veneto nanotech