Comunicazione, Concorsi, digitale, Facebook, Formazione, Imprese 2.0, Innovazione, LinkedIn, Marketing, Partecipazione, Ricerca, Social Network, Software libero, Twitter, Venezia, Web 2.0

Partecipazione al Concorso per il Master EUTROPIA 2011 “Le Nuove Frontiere del Marketing & della Comunicazione Digitale”

A questo link puoi dare il tuo gradimento “mi piace” in pagina fan facebook (N.B. se non sei già fan di EUTROPIA clicca prima sul “mi piace” pagina e poi un altro “mi poace” sul post di candidatura di Vittorio Baroni).

Descrizione dell’immagine

Due persone, padre e figlio, navigano sul web con il loro notebook WiFi, davanti a loro uno scenario che esprime senso di libertà. Colline sinuose nascondono il mare, sembra di essere in Sardegna, dove ci stanno incantevoli paesaggi, nell’entroterra, a pochi chilometri dalla costa. Il padre seduto su un costone di roccia con il cappellino che lo rende ragazzino. Il figlio sta sopra a una piramide di vecchi hard disk rottamati, da notare la fessura del mitico floppy. Diverse età, diverse generazioni che vivono bene il loro rapporto con le tecnologie a contatto comunque con l’ambiente reale e tangibile. Materiale ed immateriale, solida roccia ed impalpabile WiFi che permette di connettere entrambi all’immenso mare della conoscenza e relazioni web. Il padre sprona il figlio a cercare il suo futuro. L’invito non passa in secondo piano e non cade nemmeno nel vuoto che sta sotto ai loro piedi. Il figlio ci pensa un attimo e manifesta subito un feedback all’invito del padre pensando così di agire al meglio per il proprio futuro. Guarda avanti il figlio, guarda al 2020. E’ una cifra non scelta a caso ed è rappresentata in grafica alternata di numeri e punteggiature due volte il 2.0, cioè il web 2.0 che connette le persone vicine e lontane. Già, l’anno 2020… quali padri e quali figli si siederanno tra 10 anni su quelle stesse rocce? Quali tecnologie saranno rottamate? Quale possibile miglior formazione cercheranno le nuove generazioni nel 2020? Tuttavia, quel paesaggio, reale e tangibile, ci sarà ancora come anche le relazioni interpersonali.

La storia di questa idea

L’idea è nata la sera del 16 dicembre 2010 dopo l’attivazione del contatto con Alessandra Polo su LinkedIn e già amica in facebook. Nella colonna di destra, quella dove c’è scritto “Attività di Alessandra” in LinkedIn, compariva una news che mi ricordò  un post che feci il 14 dicembre nella mia bacheca in facebook . Riguardava il bando di concorso con in palio una borsa di studio a copertura totale delle spese per accedere alla 2^ edizione del Master “Le Nuove Frontiere del Marketing & della Comunicazione Digitale”. Ricordo che cliccai il “mi piace” sul post di Luca Conti. Lo avevo visto scorrere nella bacheca generale di facebook. Feci anche un secondo clic sul “condividi” e aggiunsi il link all’evento di Eutropia pubblicato in www.facebook.com/Eutropia.ca. Lì per lì, in quei giorni appunto, pensavo che l’informazione del concorso potesse interessare a qualche amico o amica del mio network in facebook. Poi, dopo LinkedIn, la cosa mi ha incuriosito, ci ho fatto un pensierino e ho letto tutto il bando. Ma sì partecipo, ho detto tra me e me. E così, quasi per gioco,  ho ricavato qualche oretta del mio tempo libero per ideare innazittutto il concept di quello che volevo comunicare. Poi son passato alla fusione di due diverse immagini (fonte: “Google immagini” con query “notebook social” e “landscape”) e al fotoritocco per farla apparire una sola. Ne è seguita la scrittura del lettering con carattere tipo twitter (creato con il programma free www.twitlogo.com), la produzione dell’immagine, la scrittura di queste spiegazioni e la pubblicazione web. Infine, email di comunicazione come da bando di concorso con segnalazione a info@eutropiasviluppo.it e in facebook… nonché tagging alla “fan page” facebook di EUTROPIA 🙂

Vittorio Baroni – Venezia


Uncategorized

DOMOTICA: il progetto per le scuole del Veneto e il caso “Nokia Home Control Center”

L’opportunità di parlare di innovazione e domotica, viene offerta da un’interessante news uscita nel sito “Xmobile”.

La domotica si colloca nell’ambito delle nuove tecnologie digitali che sono particolarmente indicate per trasformare il luogo del vivere quotidiano in “casa intelligente”, ma anche in aziende per le “imprese intelligenti” e comunità e altro come “scuole intelligenti”, “ospedali intelligenti”, “stazioni intelligenti”… e via così 🙂

Studio Baroni, nel team dei partner coordinato da M31 Spa (Treart Srl, ATEC Srl, Neol Srl, Metodo spa, OIA Srl, Teleart Spa, H-umus, Telerete, VEGA, Infodati, Calamus, Kynetics, Telsey, Premiere, Consorzio Vita, Master, 4-noks, Alfatelematica, Studio Baroni, Ubiest, Comune di Padova, Comune di Cappella Maggiore) è impegnato in alcune attività di progetto e nella realizzazione del manuale per le applicazioni operative nelle scuole pilota.

L’obiettivo del progetto “Multimedialità e domotica nelle scuole”, proposto con un’innovativa formula di “project financing 2.0” esprime un valore di circa 1,3 milioni di € ed è finanziato in quota parte dalla Regione del Veneto per circa 0,5 milioni di €.

Il progetto in Veneto mira a mappare ed integrare, tramite attività di trasferimento tecnologico, prodotti e servizi offerti da imprese venete afferenti al Metadistretto Digitalmediale (l’MDM è 1° Cluster Digital Mediale Italiano per numero di aziende associate e fra i più grandi in Europa) per la definizione e la progettazione di sistemi multimediali e di building automation per edifici pubblici ed in particolare per le scuole. Il fine è definire le peculiarità della specifica applicazione per disegnare un’offerta integrata che soddisfi alle necessità infrastrutturali e tecnologiche di edifici che ospitano scuole primarie e secondarie.

Le attivitàdel progetto  “Multimedialità e domotica nelle scuole” sono iniziate nel 2009 e hanno raggiunto un buon stato di avanzamento nelle seguenti macroaree:

  • monitoraggio e gestione dei consumi di energia sia termica che elettrica;
  • infrastrutture informatiche e di rete necessarie alle scuole per poter avviare programmi di archiviazione e distribuzione di contenuti multimediali e servizi di e-learning;
  • sistemi multimediali a sostegno dell’attività didattica e la sicurezza.

Ma ritorniamo alla news di “Xmobile” perchè ci torna utile e spiega che la domotica è la “scienza interdisciplinare che si occupa dello studio delle nuove tecnologie per migliorare la qualità della vita nella nostra casa. Benessere, tecnologia, risparmio energetico, comodità e case più sicure sono i principali vantaggi della domotica”.

Ma, l’aspetto più interessante è il caso “Nokia Home Control Center” che viene così descritto anche con delle immagini molto chiare e comprensibili per un target senza particolari competenze tecniche.

La domotica può essere applicata in diverse aree come gli elettrodomestici (lavatrice, forno, frigorifero ecc) , comunicazione (telefono, citofono, fax ecc) sicurezza (antifurto, serrature ecc). La descrizione di queste apparecchiature potrebbe far pensare a qualcosa di accessibile soltanto in futuro, in realtà il mercato in italia consente di acquistare un sistema domotico a prezzi molto convenienti.

Case study

“Nokia Home Control Center”

Nokia è leader mondiale nelle telecomunicazioni e ha sviluppato una piattaforma domotica smart home ideata per la gestione da remoto degli elettrodomestici, allarmi, illuminazione, impianti di riscaldamento…

Il sistema permette di avere un controllo totale della nostra casa attraverso il cellulare. Basta infatti mandare un messaggio per accendere , ad esempio, il riscaldamento. Con Nokia home control center è possibile anche risparmiare energia elettrica grazie ai piani di risparmio energetico e tenere sotto controllo la casa da qualunque parte del mondo, anche grazie all’assegnazione di un sito personale da cui gestire la propria abitazione. Dalla collaborazione con RWE è stato sviluppato il sistema sfruttando un software realizzato per Symbian S60 in modo da sfruttare i comandi anche da remoto.

In queste immagini è possibile notare i diversi campi di utilizzo:

fonti: